Crypto Markets Immergiti 10 miliardi di dollari come Trump Ends Pandemic Relief Talks

I mercati azionari globali e i mercati delle valute criptogenetiche hanno subito una brusca flessione da quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha concluso i colloqui sulle misure di soccorso del Coronavirus.

Sulla scia di una ripresa straordinariamente rapida dal virus, che ha preso più di 210.000 vite americane, il presidente Donald Trump ha bruscamente interrotto i colloqui con la presidente della Camera dei Deputati Nancy Pelosi e i leader democratici sui nuovi pacchetti di aiuti economici.

Tutti e tre i principali indici azionari statunitensi hanno perso solidi guadagni rispetto a prima e sono caduti in territorio negativo dopo l’annuncio, e i mercati cripto-asset hanno seguito l’esempio, indicando che negli ultimi mesi sono diventati più correlati alle azioni e meno all’oro.

10 miliardi di dollari di Market Cap Slump

La capitalizzazione totale di mercato è diminuita di circa 10 miliardi di dollari nelle ultime 24 ore. Il movimento ha fatto scendere i mercati da 335 miliardi di dollari a poco meno di 325 miliardi di dollari.

Tuttavia, secondo la visione mensile, sono ancora all’interno di un canale di trading range-bound e non sono ancora scesi ai minimi mensili di circa 310 miliardi di dollari. Immediate Edge ha guidato il ritiro come al solito in un forte calo del 2% da 10.750 a 10.530 dollari in appena un paio d’ore. Da allora, il re del cripto ha recuperato un po‘ per commerciare a 10.600 dollari.

L’analista di crittografia ‚CryptoHamster‘ ha identificato una divergenza ribassista sull’arco di tempo giornaliero con test ripetuti della media mobile di 100 giorni.

Divergenze ribassiste nascoste su un arco di tempo giornaliero.
100MA è servito finora come supporto decente. Ma viene testato più e più volte. $BTC $BTCUSD #bitcoin pic.twitter.com/uBbEMxCeph

– CryptoHamster (@CryptoHamsterIO) 7 ottobre 2020

È stato osservato da diversi analisti che la volatilità del Bitcoin e i volumi di trading sono estremamente bassi al momento, il che di solito è un precursore di un grande passo avanti.

Questo calo minore non può essere considerato, quindi è più probabile che si verifichi un dumping a quattro cifre nel breve termine.

Altrove sui mercati di Crypto

Come al solito, gli altcoin sono sempre più colpiti e sono responsabili della maggior parte della perdita di quel tetto massimo di mercato nell’ultimo giorno o giù di lì.

L’etereum è sceso al suo livello più basso da quasi due settimane in un crollo del 5% a poco meno di 335 dollari prima di recuperare marginalmente per recuperare il livello di 340 dollari. L’XRP di Ripple ha perso un importo simile mentre scivola indietro a 0,245 dollari, mentre Binance Coin è sceso a 27,40 dollari.

Polkadot e Chainlink sono stati due dei più grandi perdenti del giorno, con un calo di circa il 7% a testa. Solo EOS è stata in grado di invertire la tendenza nella top 20 dei criptografi e di registrare un guadagno del 6% sulla notizia che Google Cloud si unirà alla comunità per diventare un produttore di blocchi di rete di EOS.